Cambiare il Materasso? I consigli di ASSOBED

Cambiare il Materasso?

Se avessimo una macchina che procede a singhiozzo, che consuma più olio che carburante o che “gratta” ogni volta che cambiamo marcia, ci renderemmo immediatamente conto che qualcosa non sta funzionando, anche perché avremmo come termine di paragone le altre migliaia di vetture che vediamo circolare ogni giorno.

materasso

ai dolorini che ci pervadono, al sonno agitato, ai formicolii alle braccia, si tende a dare disparate motivazioni ma raramente pensiamo che un oggetto apparentemente così banale come il materasso possa essere causa di tutte queste complicazioni.

In questi casi corriamo ai ripari rivolgendoci ad un buon fisioterapista o andando in palestra oppure a prendere lezioni di yoga o pilates, tutte attività, seppur costose, certamente efficaci per il nostro benessere che spesso però andiamo a vanificare tornando la sera sul nostro vecchio e mal funzionante letto sul quale passeremo circa otto ore, cioè ben un terzo della giornata.

materasso

Nonostante le continue avvisaglie che il nostro corpo ci da appena svegli, la tendenza è quella di andare avanti, anche per anni, convivendo con torcicollo, dolori alla schiena, indolenzimento al risveglio; nel frattempo avremo cambiato più di uno smartphone perché il nostro non aveva quella funzione che tanto ci sarebbe piaciuta o la televisione poiché la vogliamo sempre più grande o il nostro guardaroba per essere sempre al passo con la moda. Spendere una parte di questi soldi per un materasso appare inutile e in fondo ci dispiace, il materasso lo abbiamo, è li, nessuno a parte noi lo vede, non possiamo sfoggiarlo e non offre (apparentemente) nessuna mirabolante tecnologia da sfruttare. E’ vero, un buon materasso non ha compiti propriamente terapeutici ma ne ha di preventivi: dormire bene significa prevenire moltissimi problemi di carattere fisico e anche mentale, da un buon riposo passa la nostra efficacia durante il giorno.

Bisogna però comprendere che un buon materasso non è eterno, anch’esso si usura col tempo e con l’utilizzo e le sue benefiche funzioni si affievoliscono lentamente giorno dopo giorno; il materasso non è una lampadina che adesso funziona bene è un minuto dopo è rotta; il degrado del materasso è lento, all’inizio impercettibile, tale da dare tempo al nostro corpo di assuefarsi notte dopo notte a situazioni sempre più scomode e quando alla fine arriva il tanto temuto mal di schiena vuole dire che il nostro corpo non riesce più ad assorbire quello stress cui lo stiamo da tempo sottoponendo. In poche parole, siamo arrivati tardi.

Una corretta manutenzione del sistema letto ed una corretta valutazione periodica del suo stato di forma (magari facendovi aiutare dal vostro rivenditore di fiducia) vi farà evitare l’errore di dormire per anni su un supporto sbagliato e contribuirà al vostro benessere fisico.

Rivolgiti con fiducia ad un negozio ASSOBED per una consulenza gratuita e personalizzata.

 

One thought on “Cambiare il Materasso? I consigli di ASSOBED”

Comments are closed.